Le infrastrutture sociali come asset forniscono una forte diversificazione

Oltre a essere necessarie alla comunità, le infrastrutture sociali sono un’ottima opportunità per gli investitori istituzionali in cerca di investimenti alternativi a lungo termine attraverso cui aumentare i rendimenti, senza per questo aumentare troppo i rischi

Jean-Francis Dusch

I progetti di infrastrutture sociali non solo sono importanti per la società, ma anche per la crescita sostenibile dell'economia. Con il termine “infrastruttura sociale” ci si riferisce infatti a tutte le attività reali che permettono di svolgere i servizi sociali, come le scuole, università, ospedali, strutture sanitarie, case popolari, tribunali, carceri.

I progetti sociali forniscono beni e servizi pubblici in cambio di un flusso di entrate stabile, in molti casi generato direttamente dal settore pubblico, - availability-based asset - e forniscono un alto livello di affidabilità per gli investitori azionari e di debito che li finanziano.  Essi possono considerarsi a tutti gli effetti attività a basso rischio, che offrono opportunità di diversificazione, in particolare sul lato del debito, in quanto sono strutturati da gestori qualificati («string security package»), con bassa probabilità di tasso di default ed elevate garanzie che consentono un tasso di recupero completo in caso di insolvenze.

Si stima che gli enti pubblici necessitano a livello globale più di 8000 miliardi di dollari per finanziare progetti di infrastrutture sociali da oggi al 2020, con oltre il 40% di questa cifra richiesta dalle economie in via di sviluppo. 

La vivacità attuale dei progetti in infrastrutture sociali - Dal 2008 a oggi si sono conclusi più di 950 progetti in infrastrutture sociali in tutto il mondo, di cui il 77% in Europa, per un valore complessivo dei progetti di circa 95 miliardi di euro.

In Europa, ci sono molte opportunità di rifinanziamento non solo su singola attività, ma anche su interi portafogli di progetti. In particolare, si tratta di ciò che gli specialisti delle infrastrutture chiamano asset infrastrutturali “ibridi” o “Core ++”: l’emergere del fabbisogno di case di cura o, ancora, di strutture funerarie offre ad esempio ulteriore diversificazione e opportunità di rendimento attraverso nuovi finanziamenti, rifinanziamenti e acquisizioni.

In un certo senso, la percezione della riduzione del flusso dei deal può significare che le migliori opportunità sono accessibili da player che:

  • anticipano le esigenze future della società,
  • identificano i settori che possono performare meglio rispetto alla media delle infrastrutture sociali,
  • strutturano di conseguenza in debito o capitale privato opportunità d’investimento
  • muovendosi d’anticipano generano spread di credito sopra il rendimento del benchmark.

E' questo ad esempio il caso di Edmond de Rothschild Asset Management che ha avuto in particolare un ruolo di primissimo piano nel primo progetto del 2015 di finanziamento obbligazionario nel mercato delle case di cura in Europa.

Le opportunità in Italia -  L'Italia è uno dei più grandi mercati di tipo «public–private partnership» (PPP) in Europa; oltre a importanti progetti che riguardano diversi settori infrastrutturali, dai trasporti alle energie rinnovabili passando per le fibre ottiche, offre anche numerose opportunità per gli investimenti nelle infrastrutture sociali. Di seguito, alcune delle più importanti nell'ambito delle strutture sanitarie: 

  • La vendita dell’Ospedale di Mestre: Astaldi ha intenzione di vendere una partecipazione del 37% nel PPP dell’Ospedale di Mestre.
  • Ospedale Italiano Toscana: Astaldi ha intenzione di vendere una partecipazione del 35% nella società proprietaria delle concessioni per 4 nuovi ospedali in Toscana
  • Ospedale SS. Annunziata Chieti: Un’offerta per un nuovo ospedale in PPP, in centro Italia, che implica la sostituzione di uno già esistente.

In conclusione, le infrastrutture sociali, oltre che essere necessarie alle nostre comunità, forniscono agli investitori istituzionali che le finanziano un’ottima diversificazione per un portafoglio di investimento di lungo termine, col risultato di aumentare il rendimento totale del portafoglio senza per questo accrescerne il rischio.

Le infrastrutture sociali in Italia

14/4/2017

 
 
 

Ti potrebbe interessare anche