Lavoro

Cassa integrazione: proposte, problemi e possibili soluzioni

Giovanni Gazzoli

Le imprese non incassano, i lavoratori rischiano di non ricevere lo stipendio: la situazione potrebbe esplodere, e c'è una grande necessità di aiuti ad aziende e famiglie. Il decreto Cura Italia va in quella direzione, ma con dei limiti - anche "tecnici" - da correggere in corsa per non vanificare gli sforzi
 

L'impatto del coronavirus sull'economia: previsioni su occupazione e mercato del lavoro

Alberto Brambilla e Claudio Negro

Senza interventi rapidi e convincenti del governo, COVID-19 potrebbe mettere a rischio fallimento, nel più ottimistico degli scenari, 98.000 imprese, minacciando soprattutto contratti part-time, a termine e in somministrazione e le filiere più esposte all'emergenza (come il settore turistico-alberghiero): le stime sull'occupazione del Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali

Il coronavirus cambierà il nostro modo di lavorare?

Giovanni Gazzoli

L'obbligo di restare a casa ha costretto gran parte dei lavoratori italiani a lavorare lontano dall'ufficio: un vantaggio per le aziende che già permettevano lo smart working ai propri dipendenti, un'occasione per quelle realtà che lo avevano finora visto con diffidenza. L'emergenza sarà propedeutica allo sviluppo del lavoro agile?
 
 

Il mercato del lavoro soffre... e potrebbe andare anche peggio

Claudio Negro

Tra dicembre 2019 e gennaio 2020 l'occupazione è calata di 40.000 unità confermando le preoccupazioni per un mercato del lavoro stagnante. E il peggio sembrerebbe non essere ancora arrivato: il primo vero impatto del nuovo coronavirus si misurerà sui dati di febbraio, che l'Istat renderà noti a inizio aprile

Il futuro del lavoro ai tempi dell'innovazione digitale: l'Italia è pronta?

Claudio Negro

Le tendenze più recenti del mercato del lavoro italiano confermano l'impressione di un Paese nel quale la rivoluzione digitale occupa una posizione ancora marginale. Con alcuni evidenti paradossi, come la maggiore difficoltà per le imprese nel reperire professionalità medio-basse rispetto a profili alti o dalle competenze "più innovative"
 
 

Welfare aziendale, avanti adagio

Giovanni Gazzoli

Nonostante gli innegabili risultati positivi, le misure di welfare aziendale continuano a essere poco diffuse rispetto al potenziale pubblico di riferimento: una recente indagine Nomisma-CGIL aiuta allora a focalizzare gli aspetti su cui è possibile fare passi avanti
 
1  2  3  4  5  6