Engagement sui temi di sostenibilità: quali benefici per le imprese?

L’engagement sugli aspetti ambientali, sociali e di governance – o ESG, secondo l’acronimo inglese – consiste in un percorso di dialogo di lungo periodo tra investitore e impresa, che può assumere forme diverse, ed è volto ad aumentare il livello di trasparenza della società e ad influenzarne le strategie ...

Forum per la Finanza Sostenibile - @ItaSIF

L’engagement sugli aspetti ambientali, sociali e di governance – o ESG, secondo l’acronimo inglese – consiste in un percorso di dialogo di lungo periodo tra investitore e impresa, che può assumere forme diverse, ed è volto ad aumentare il livello di trasparenza della società e ad influenzarne le strategie.

Se sono innanzitutto gli investitori “sostenibili” a dar vita a questo tipo di iniziative, è altrettanto vero che cresce il numero investitori particolarmente attenti alle performance finanziarie che si interessano agli aspetti ESG, considerati quali elementi chiave per la creazione di valore.

Se l’impresa cui viene chiesto di rendere conto delle proprie politiche di sostenibilità o delle proprie attività ha già un buon posizionamento sulle questioni ESG ed una comunicazione chiara in merito, non avrà difficoltà a relazionarsi con l’investitore nel processo di engagement.

Nel caso in cui l’impresa non ritenga invece di dover rispondere alle richieste degli investitori, è importante sottolineare che, sebbene un atteggiamento ostile non si traduca immediatamente in un danno economico nel breve periodo, esso può incidere in modo significativo sia sulla reputazione della società, sia sulla sua sostenibilità (anche economica) di lungo periodo.

La scelta di intraprendere un dialogo con l’investitore, dunque, consente all’impresa di evitare una potenziale perdita di competitività nel medio-lungo periodo.

Allo stesso tempo, farsi coinvolgere in un’iniziativa di engagement permette all’impresa di effettuare una auto-valutazione dei propri rischi e opportunità legati alle questioni di sostenibilità e di accrescere o acquisire competenze legate ai temi ESG, permettendole di posizionarsi in maniera più chiara al riguardo. Questo comporta delle conseguenze positive sia dal punto di vista dell’organizzazione interna (allineamento delle funzioni aziendali sui temi di sostenibilità, miglioramento dei livelli di trasparenza ed elaborazione di una visione comune), sia dal punto di vista della comunicazione verso l’esterno e del posizionamento della società (aumento del livello di consapevolezza e riconoscimento dei propri stakeholder).

Infine, un’attitudine positiva nei confronti delle iniziative di engagement rende le relazioni con gli investitori più efficaci e durature, consentendo alle imprese di trovare soluzioni condivise a problemi emergenti e di aumentare la propria competitività.

Per facilitare la comprensione e la risposta delle imprese alle iniziative di engagement su temi di sostenibilità avviate dagli investitori, il Forum per la Finanza Sostenibile in collaborazione con il CSR Manager Network ha elaborato un manuale rivolto alle società partecipate, ed in particolare a quelle quotate.

Il testo sarà presentato il prossimo 12 novembre a Milano, nell’ambito della quarta edizione della Settimana SRI, in occasione dell’evento “Engagement su temi di sostenibilità. Le società quotate e il dialogo con gli investitori.”

 

11/11/2015

 

Ti potrebbe interessare anche