Investimenti sostenibili

Investimenti sostenibili post COVID-19: la sfida che l'Italia può vincere da protagonista

Evarist Granata

Efficienza energetica, rinnovabili distribuite, economia circolare, mobilità sostenibile: investire nei real asset green nell'Italia post COVID-19 rappresenterà un'opportunità per gli investitori professionali di lungo periodo, che potranno beneficiare di portafogli con profili rischio-rendimento più prudenti e contribuire concretamente al rilancio del Paese

Il mondo ESG di domani

Matteo Bosco

I portafogli degli investitori hanno subito pesanti perdite in questa crisi ma la finanza sostenibile e responsabile sembra aver dimostrato una miglior resilienza. Una volta risolta l'emergenza, si può però immaginare un aumento delle allocazioni in tal senso, così come uno scrutinio maggiore di dati e informazioni
 

Finanza sostenibile e investimenti cattolici: nuovi interessi convergenti?

Marco Di Giacomo e Max Maria Traversone

Quando si parla di investimenti sostenibili, la mente corre tipicamente all'approccio ESG, acronimo che in effetti racchiude 3 importanti declinazioni della sostenibilità (ambientale, sociale e di governance). In realtà, il tema è ancora più complesso e i possibili approcci eterogenei, così come i punti di contatto con la finanza etica o che segue precetti religiosi 

Investitori istituzionali, strumenti "alternativi" per l'economia reale

Mara Guarino

Gli investitori istituzionali stanno maturando la consapevolezza di dover includere nelle proprie strategie di investimento anche prodotti "alternativi", traendone il duplice vantaggio della diversificazione e del sostegno all'economia reale italiana: un potenziale da circa 240 miliardi di euro a supporto di sistema produttivo, infrastrutture nazionali e PMI
 

Il futuro della sostenibilità passa dalla trasparenza

Michaela Camilleri

Il futuro della finanza sostenibile dipende inevitabilmente da come regolatore e operatori sapranno affrontare la sfida della trasparenza: se fino a poco tempo fa i riflettori erano puntati sulla crescita dei volumi, ora l'attenzione si sta spostando sui rischi che possono derivare dal rapido sviluppo, uno su tutti il greenwashing. Quale la rotta tracciata dall'Europa e quali le iniziative del mercato per combattere questo pericolo?