Investire in obbligazioni oggi, quali opportunità?

Come trovare un punto di equilibrio fra rendimento, rischio e diversificazione in un contesto economico-finanziario come quello attuale? 

Centro Studi e Ricerche - @ItPrevidenziali

La politica monetaria delle banche centrali incide profondamente sul mercato obbligazionario caratterizzato da pochi grandi compratori, da rendimenti anche in territorio negativo e da forti aumenti dei rischi in portafoglio. Ne consegue la difficoltà di trovare nella gestione dei portafogli un punto di equilibrio fra rendimento, rischio e diversificazione.

Come costruire allora un portafoglio obbligazionario in un contesto di bassi rendimenti? Andrea Sanguinetto, Head of retail & institutional distribution Credit Suisse Asset Management, suggerisce quale possibile approccio “il ricorso ad obiettivi di rendimento assoluto che ricercano le performance combinando diverse strategie quali carry e momentum che migliorano i rendimenti e riducono i rischi di perdita sul capitale”.

In merito alla strategia di diversificazione del portafoglio obbligazionario, Sanguinetto spiega che “i corporate dei Paesi emergenti, in particolare quelli asiatici, risultano più interessanti rispetto agli omologhi europei e statunitensi. Infatti qui troviamo l’opportunità di titoli investment grade con duration di circa 4 anni in una regione in crescita e con solidi fondamentali. In ogni caso molta attenzione deve essere prestata all’economia reale”.

In conclusione, “i migliori risultati scaturiscono da una combinazione delle varie fonti di rendimento e questo spiega il crescente interesse degli investitori per fondi obbligazionari a scadenza”. 

5/1/2017

 
 

Ti potrebbe interessare anche