Temi

Dal locale al globale e ritorno

Giorgio Righetti

Di fronte a COVID-19, le Fondazioni di origine Bancaria si sono subito mobilitate sui loro territori, prima singolarmente e poi in modo coordinato attraverso Acri, per contenere gli effetti socio-economici della crisi sanitaria: esperienze e competenze ne fanno però un player fondamentale anche nella fase di "Ricostruzione" post pandemica

"Ricostruzione": dai territori al Next Generation EU

a cura della redazione

Le risorse del Next Generation EU rappresentano un'opportunità unica di "ricostruzione", a patto di essere impiegate in progetti ben strutturati, sostenibili e adeguati ai contesti territoriali: quale il possibile ruolo  delle Fondazioni di origine Bancaria in questo processo? La relazione di Francesco Profumo, Presidente Acri e Compagnia di San Paolo, all'ultimo convegno virtuale Itinerari Previdenziali
 

La capacità delle Fondazioni di valorizzare e conservare il patrimonio

a cura della redazione

Le Fondazioni si distinguono da sempre per un particolare allineamento tra la loro missione e gli investimenti a impatto sociale, senza trascurare la capacità di produrre redditività per il capitale impiegato: in che modo possono supportare la ripresa economica post COVID-19? La relazione di Francesco Profumo, Presidente Acri e Compagnia di San Paolo, al primo convegno virtuale Itinerari Previdenziali dedicato alle Fondazioni di origine Bancaria
 

Gli investimenti a impatto sociale: "il cuore invisibile dei mercati"

Michaela Camilleri

La pandemia COVID-19 ha accentuato la necessità di valutare gli investimenti anche sotto il profilo dell'impatto positivo che possono generare sul territorio e, più in generale, sull'economia del Paese: l'esperienza delle Fondazioni di origine Bancaria negli investimenti correlati alla missione e, in particolare, negli investimenti a impatto sociale

Tra investimenti sostenibili e reali, si consolida il mercato istituzionale italiano

Michaela Camilleri

Con un patrimonio complessivo di 917 miliardi di euro totali (185 per la sola previdenza complementare), anche l’Italia inizia a vantare un mercato istituzionale di spessore: si mantiene alta la sensibilità nei confronti della sostenibilità ambientale e sociale mentre, seppur con la significativa eccezione delle Fondazioni di origine Bancaria, ancora modesti si rivelano gli investimenti in economia reale