Temi

Economia reale (nazionale): ieri, oggi e domani

Gianmaria Fragassi

Se nell'ultimo decennio è stata "sufficiente" una gestione accurata e prudente degli investimenti per garantire sostenibilità, rendimenti e rispetto degli impegni con gli iscritti, agli investitori istituzionali italiani scenari finanziari, geopolitici e socio-economici richiedono oggi un diverso impegno. Una spinta verso strumenti alternativi che può essere una grande occasione per sostenere concretamente l'economia reale del Paese

"Solidificazione" degli investimenti: se non ora, quando?

Niccolò De Rossi

Le tensioni macroeconomiche in raffreddamento, la nuova stagione di politiche monetarie accomodanti e le nomine alla Commissione EU e BCE offrono un contesto finanziario che potrebbe favorire gli investitori istituzionali: possibile sfruttare la congiuntura per continuare a offrire soluzioni solide anche in un contesto particolarmente "liquido"?

Politica e finanza verso l’economia reale: ELTIF o PIR 2.0?

Niccolò De Rossi e Gianmaria Fragassi

Le modifiche apportate alla regolamentazione dei PIR hanno creato numerose perplessità tra gli investitori, frenando le nuove sottoscrizioni da inizio anno. Allo stesso tempo il lancio sul mercato degli ELTIF apre nuove possibilità di impiegare capitali privati verso l’economia reale. Ne abbiamo parlato con l’On. Giulio Centemero, uno dei principali sostenitori del finanziamento alternativo alle PMI italiane
 

Private banking, un asset che sostiene il Paese

Niccolò De Rossi

Oltre al tema successorio, estremamente importante in un tessuto imprenditoriale formato per la maggior parte da PMI familiari, i grandi patrimoni dei clienti private hanno bisogno di trovare redditività aggiuntiva che può arrivare dai private markets e sostenere al contempo l’economia reale nazionale

Investire in economia reale, dalla teoria alla pratica

Gianmaria Fragassi

Allocare i patrimoni istituzionali in investimenti domestici o mission related è la teoria (solo apparentemente semplice) che può aiutare l'economia nazionale, ma passare dalla teoria alla pratica significa confrontarsi con ostacoli finanziari, normativi e culturali non di poco conto. Perché sostenere lo sviluppo del Paese non deve solo essere una “alternativa”
 

Il lavoro agile per il settore pubblico e privato: scenari e prospettive

Elena Barazzetta

I recenti sviluppi normativi hanno indubbiamente favorito la diffusione di soluzioni di lavoro agile, con ritmi però molto diversi a seconda del comparto: mentre sul fronte pubblico, sembra prevalere una certa tendenza a introdurre lo smart working come mero adempimento, su quello privato pesano ancora molto le dimensioni aziendali