Temi

Il momento della verità: perché gli investitori dovrebbero prestare attenzione a COP26?

Jean-Jacques Barbéris, Caroline Le Meaux e Théophile Pouget-Abadie

COVID-19 non ha affatto spento i riflettori sulla lotta contro il riscaldamento globale, sottolineando anzi la necessità di una transizione energetica giusta e inclusiva verso un'economia a basse emissioni di carbonio: quali le possibili ripercussioni per gli investitori e quale il ruolo dell'imminente COP26?

Infrastrutture sostenibili: un'opzione di investimento per generare importanti benefici ambientali e sociali

Simone Zoccari

La decarbonizzazione delle infrastrutture esistenti consentirà di limitare l'emissione di gas serra e incrementare i rendimenti dall'investimento. Le società ben gestite e che dispongono di solide credenziali nella gestione del rischio ESG dovrebbero generare rendimenti più sostenibili in ragione della loro esposizione ridotta al rischio operativo, normativo e reputazionale
 

I rischi extra-finanziari non possono più essere ignorati nel contesto di un’accurata gestione del rischio

Federica Loconsolo

Ai rischi finanziari tradizionalmente considerati si fa sempre più urgente associare l'analisi condotta sugli aspetti ESG, sotto forma della gestione del rischio sui criteri di sostenibilità: statisitiche e attualità dimostrano infatti quanto questi elementi possano tradursi in rischi rilevanti anche dal punto di vista economico

Classificare le attività sostenibili: i punti interrogativi dell'Europa

Federica Casarsa

La tassonomia si inserisce nell’ambito delle iniziative proposte dalla Commissione Europea nel Piano d’Azione per finanziare la crescita sostenibile, una tabella di marcia con dieci iniziative e relative scadenze allo scopo di incrementare gli investimenti in progetti sostenibili: il progetto è ambizioso e cruciale per lo sviluppo della finanza SRI in Europa, ma restano alcune importanti questioni da risolvere