Temi

Demografia, occupazione, crescita e pensioni: il futuro è già scritto?

Michaela Camilleri

Non sono mancati gli allarmi sui conti pubblici e soprattutto sul sistema pensionistico da parte degli organismi comunitari e internazionali, che nelle proiezioni di medio lungo termine riguardanti il nostro Paese hanno più volte paventato situazioni insostenibili. Se i richiami sono comprensibili per alcune questioni di grande rilievo, come l'eccessivo debito pubblico o una spesa assistenziale fuori controllo, lo stesso livello di preoccupazione per la spesa per pensioni non è forse altrettanto giustificabile 

Natalità in calo: strumenti e ruolo della conciliazione tra vita privata e lavoro

Mara Guarino

Per molti lavoratori e, ancor di più per molte lavoratrici, la cura dei figli resta difficile da conciliare con l'attività professionale, ponendo talvolta davanti a scelte complicate: ecco perché potenziare gli strumenti volti a favorire il work-life balance potrebbe incidere positivamente sull'occupazione femminile e persino sul tasso di natalità del Paese

Casse e welfare strategico: per le professioniste un "libero" sostegno alla natalità?

Alessandro Bugli e Francesca Chiara Colombo

Dati demografici alla mano, quella della natalità è una questione centrale per il futuro del Paese, che anche le Casse dei liberi professionisti si stanno gradatamente impegnando ad affrontare: con buone soluzioni per quanto riguarda, nell'immediato, il sostegno alla maternità  e maggiori criticità nel caso di provvidenze e ausili in fase di crescita del bambino. Quale, allora, il mix di ingredienti cui guardare per un approccio efficace al tema? 
 

Lavoro femminile, gender gap e strumenti di work-life balance

Federica Roccisano

Il mercato del lavoro italiano, ancor più se confrontato con l'andamento di quello europeo, offre segnali contrastanti in materia di occupazione femminile: il biennio 2017-2018 evidenzia un tasso di occupazione in crescita, ma persistono al contempo chiari segnali di difficoltà per le donne, come una più spiccata propensione alla rinuncia a cercare lavoro per via del peso delle responsabilità familiari