Temi

Si fa fin troppo in fretta a dire smart working…

Mara Guarino

L'emergenza nuovo coronavirus e in particolare il periodo di lockdown hanno messo molte aziende e altrettanti dipendenti nelle condizioni di sperimentare pregi e difetti del lavorare fuori dalle mura dell'ufficio: un'esperienza sicuramente istruttiva per il futuro ma che, in parecchi casi, poco ha avuto a che fare con lo smart working vero e proprio. Quali allora le sorti del lavoro agile dopo COVID-19? 

Welfare aziendale, avanti adagio

Giovanni Gazzoli

Nonostante gli innegabili risultati positivi, le misure di welfare aziendale continuano a essere poco diffuse rispetto al potenziale pubblico di riferimento: una recente indagine Nomisma-CGIL aiuta allora a focalizzare gli aspetti su cui è possibile fare passi avanti
 

Nuove tecnologie, potere di controllo datoriale e privacy del lavoratore

Gabriele Fava

Pur vietando tuttora il controllo indiscriminato sull'attività dei dipendenti, la normativa che vigila sulla limitazione della privacy in ambito professionale si sta evolvendo di pari passo con le possibilità offerte dall'innovazione della tecnologia: come si restringe dunque il perimetro della riservatezza del lavoratore?
 

Perché (e come) introdurre il salario minimo anche in Italia

Claudio Negro

Impedire che il lavoro scivoli nella sottoretribuzione attraverso il salario minimo: una strada percorribile anche in Italia? E a quali condizioni? Ecco perché quello del salario minimo è un tema centrale per l'occupazione e l'economia del Paese, un argomento che merita attenzione anche dopo lo spegnimento dei "riflettori elettorali"