Temi

Previdenza, come pianificarla in un "mondo alla rovescia"

Leo Campagna

Performance alla mano, nel lungo termine gli investimenti in azioni hanno reso di più di quelli in obbligazioni  i quali, a propria volta, hanno registrato ritorni maggiori rispetto alla liquidità: eppure, quello con cui sono chiamati a confrontarsi i risparmiatori previdenziali nell'ultimo periodo è un mondo alla rovescia che, spesso, sfugge a logiche e strategie un tempo consolidate... 

PIP, una performance del 10% da inizio anno

Leo Campagna

Nei primi quattro mesi dell'anno i PIP hanno messo a segno una perfomance media che sfiora i dieci punti percentuali: anche se preoccupano gli effetti sui mercati finanziari delle dispute commerciali tra Stati Uniti e Cina, trova quindi ulteriore conferma il trend positivo che ha caratterizzato l'avvio del 2019

Il contratto generazionale interrotto in Europa

Matteo Bosco

Generosi trasferimenti alla popolazione anziana e bassi investimenti nei giovani: ricerche condotte sulla media europea relativa al 2010 evidenziano che il numero di bambini (i "lavoratori di domani") è troppo basso per sostenere i futuri trasferimenti
 

Diversificare, la nostra previdenza è pronta?

Matteo Bosco

I rendimenti inferiori previsti sui mercati finanziari spingeranno la previdenza complementare a diversificare per poter sostenere le prestazioni. Dalle esperienze precedenti si possono trarre alcuni utili suggerimenti, come quello di aumentare la cultura finanziaria di chi sarà chiamato a decidere 
 

Un welfare generoso ma vulnerabile: spesa previdenziale sotto controllo, insostenibile quella per assistenza

Mara Guarino

Presentato il Quinto Rapporto sul Bilancio del Sistema Previdenziale italiano a cura del Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali. La spesa per prestazioni sociali in Italia incide per il 54,44% sull’intera spesa pubblica comprensiva degli interessi sul debito pubblico: l'incidenza rispetto al Pil, considerando anche altre funzioni sociali e le spese di funzionamento degli Enti che gestiscono welfare, arriva a 29,26%, uno dei valori più alti in Europa