Temi

L'economia si risveglia, ma per l'occupazione c'è ancora molto da fare

Mara Guarino e Claudio Negro

L'ultimo Osservatorio sul mercato del lavoro Itinerari Previdenziali mette in luce una dinamica occupazionale finalmente vivace: la (scarsa) qualità del rapporto tra domanda e offerta e la ricollocazione dei dipendenti che potrebbero essere licenziati tra luglio e ottobre sono però due tendenze rischiose che impediscono eccessi di ottimismo per i prossimi mesi

Alla ricerca della crescita perduta

Niccolò De Rossi

Non solo l'Italia ma tutto il mondo guarda già da qualche tempo alla fase di ripresa che avverrà post pandemia: le iniziative dei diversi governi saranno determinanti ma, accanto ai loro programmi, ampio spazio potrà essere occupato anche da privati e investitori istituzionali

Ripartire sì, ma come?

Niccolò De Rossi

Dopo il lungo periodo di blocco imposto da COVID-19 è giusto e doveroso tornare al più presto alla normalità anche se le conseguenze della pandemia restano sotto gli occhi di tutti: ciò che più importa è ritrovare lo slancio perduto, tanto sulle economie quanto sui mercati finanziari
 

Povertà senza la ripresa: ecco perché stare a casa non basta più!

Alberto Brambilla

In attesa di capire come si concretizzerà la "fase 2" l'unica certezza è purtroppo l'assenza di un vero programma per favorire la ripresa economica del Paese: per il momento, solo continue promesse di sostegno al reddito (anche per i lavoratori in nero) e di liquidità alle imprese, senza condizioni. Una strada che potrebbe rendere il dopo COVID-19 ancora più insidioso